REGOLAMENTO CAMPIONATI INDIVIDUALI

 

STAGIONE AGONISTICA 2011/2012

 

ART. 1 INDIZIONE CAMPIONATI INDIVIDUALI

 

Il Commissario Straordinario indice, per la stagione agonistica 2011/2012, i seguenti Campionati Regionali Individuali:

 

A) Campionati di Categoria                                                  B) Campionati di Settore Giovanile

 

PRIMA CATEGORIA                                                         GIOVANISSMI

- Singolare Maschile (SM1)                                                      - Singolare Maschile (SMG)

- Singolare Femminile (SF1)                                                     - Singolare Femminile (SFG)

 

SECONDA CATEGORIA                                                    RAGAZZI

- Singolare Maschile (SM2)                                                      - Singolare Maschile (SMR)

- Singolare Femminile (SF2)                                                     - Singolare Femminile (SFR)

                                                          

TERZA CATEGORIA                                                         ALLIEVI

- Singolare Maschile (SM3)                                                      - Singolare Maschile (SMA)

            - Singolare Femminile (SF3)                                                     - Singolare Femminile (SFA)

 

QUARTA CATEGORIA                                                      JUNIORES

- Singolare Maschile (SM4)                                                      - Singolare Maschile (SMJ)

- Singolare Femminile (SF4)                                                     - Singolare Femminile (SFJ)

 

 

 

                                                                                              UNDER 21

                                                                                              - Singolare Maschile (SMU)

                                                                                              - Singolare Femminile (SFU)

 

B) Campionati Paralimpici

 

I Campionati Regionali Individuali determinano un/una unico/a atleta vincitore/rice cui è conferito il titolo di “Campione/ssa Regionale”.

I Comitati Provinciali, entro i termini indicati dal calendario regionale, organizzano i Campionati Provinciali Individuali, con l’attribuzione del titolo di “Campione/ssa Provinciale”.

 

ART. 2 SVOLGIMENTO DEI CAMPIONATI

 

I Campionati Regionali Individuali del settore giovanile, di terza, quarta categoria, si svolgono in tre fasi:

a) Campionato Provinciale, secondo quanto previsto dall’art. 7 del presente regolamento;

b) Tornei Regionali Predeterminati, organizzati dalle Associazioni Sportive assegnatarie nelle date previste dal calendario regionale, secondo il regolamento preventivamente approvato dall’Area Agonistica Regionale;

c) Finale Regionale, organizzata dal Comitato regionale in collaborazione con le Associazioni Sportive, che attribuisce il titolo di “Campione/ssa Regionale”, nella data prevista dal calendario regionale.

I Campionati Regionali Individuali di Prima e Seconda categoria si svolgono in fase unica. La loro effettuazione è condizionata alla presenza nelle classifiche individuali di atleti/e di Prima e Seconda Categoria.

I Campionati Provinciali di Terza Categoria possono essere disputati solo laddove risultino tesserati, per Associazioni di quella Provincia, atleti/e di Terza categoria.

I Campionati Regionali Individuali Paralimpici si svolgono secondo l’allegato Regolamento del “Trofeo Sicilia”, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto.

I Tornei Regionali Predeterminati di Quarta Categoria Maschile si svolgono su 2 livelli.

·         Il 1° livello è riservato agli atleti di Quarta categoria di posizione inferiore al 200° posto tra gli atleti di Quarta Categoria tesserati per Associazioni Siciliane, come rilevabile dalle Classifiche Nazionali emesse mensilmente.

·         Il 2° livello è riservato ai primi 200 atleti Quarta Categoria siciliani, più i primi 32 qualificati dal precedente Torneo di 1° livello. Solo i piazzamenti conseguiti nel Torneo di 2° livello sono validi ai fini della qualificazione ai Campionati Italiani di terza categoria.    

Le gare individuali si svolgono con uno dei seguenti sistemi:

-          eliminatoria diretta, per il solo 1° livello della Quarta Categoria maschile e nel solo caso in cui risultino iscritti più di 72 atleti al Torneo Predeterminato Regionale e più di 48 atleti nei Campionati Provinciali. 

-          misto, con inizio a gironi di sola andata e prosecuzione ad eliminatoria diretta.

Nel caso di svolgimento delle gare con il sistema misto, i gironi possono essere formati da un numero di atleti compreso tra tre e sei, ad eccezione delle gare di categoria giovanile dove, in relazione al numero degli iscritti ad ogni gara, quando possibile dal numero complessivo degli iscritti, vanno formati sempre gironi da quattro/cinque atleti.

La Società che richiede l’organizzazione di un Torneo Regionale Predeterminato dovrà assicurare la presenza di almeno 9 aree da gioco regolamentari, idoneo impianto di amplificazione, almeno 3 collaboratori del personale Arbitrale, stampante, e fornire agli arbitri un numero di palline omologate non inferiore a 24 confezioni da 3. E’ vietata l’effettuazione di Tornei Regionali Predeterminati in strutture che non assicurano condizioni di luce artificiale, oscuramento luce naturale, temperatura, umidità relativa idonee a garantire la regolarità della manifestazione. A tal fine entro giorni 40 dalla data di effettuazione del Torneo l’impianto indicato verrà autorizzato ad ospitare la manifestazione , dopo sopralluogo di un incaricato dal responsabile dell’Area Agonistica.  

I Tornei Regionali Predeterminati validi per la qualificazione ai Campionati Italiani Individuali di categoria e di settore  verranno suddivisi in:

1.      Tornei Regionali Giovanili – Quarta Categoria 1° liv.masch. (almeno tre Tornei nel corso dell’ a.s. 2011/12) le cui gare avranno il seguente svolgimento: Sabato ore 14.00 inizio gare Quarta categoria masch. ; Domenica ore 10,00 inizio gare Giovanili m/f.

2.      Tornei Regionali Terza – Quarta categoria 2° liv. m/f (almeno tre Tornei nel corso dell’a.s. 2011/12), le cui gare avranno il seguente svolgimento: Sabato ore 14.00 inizio gare Terza categoria m/f; Domenica ore 9.00 inizio gare Quarta categoria2° liv. m/f.  

L’individuazione della formula di svolgimento delle singole gare dei Campionati Provinciali è determinata dal Presidente o Delegato Provinciale.

Le teste di serie delle singole gare sono determinate secondo la classifica unica nazionale vigente alla scadenza del termine di iscrizione alle gare medesime.

Alle gare di Quarta Categoria 1° liv. Masch. possono partecipare gli atleti/e di quarta categoria oltre il 200 ° atleta di Quarta Categoria siciliano in graduatoria nazionale e i non classificati/e.

Alle gare di Quarta Categoria 2° livello Masch. possono partecipare, oltre ai primi 200 atleti di Quarta

Categoria, anche gli atleti qualificati dal precedente Torneo di 1° livello, siano essi Quarta categoria o N.C.

Alle gare di Quarta categoria Femminile possono prendere parte tutte le atlete di Quarta Categoria e le Non Classificate.

I primi 50 atleti classificati 4^ cat. delle ultime classifiche uniche o regionali valide al momento della chiusura delle iscrizioni al Torneo  possono prendere parte alla gara di Singolare Maschile Terza Categoria di quello stesso Torneo.

Alle gare di singolare maschile Terza Categoria possono partecipare tutti gli atleti italiani di terza categoria, oltre ai primi 50 Quarta Categoria di cui al comma precedente.

Alla gara di singolare maschile Terza categoria dei Campionati Provinciali Individuali possono prendere parte anche tutti gli atleti classificati di Quarta Categoria.

Alle gare di Terza Categoria femminile possono prendere parte tutte le atlete italiane di terza, quarta categoria ed  n.c..

Ai Campionati Regionali Individuali di Seconda Categoria possono prendere parte anche gli atleti/e italiani/e di terza categoria.

Ai Campionati Regionali Individuali di Prima Categoria possono prendere parte anche gli atleti/e italiani/e di seconda categoria ed i primi otto atleti/e Terza Categoria delle ultime Classifiche Individuali in vigore alla data di chiusura delle iscrizioni.

Il responsabile dell’Area Agonistica Regionale, previa richiesta su carta intestata della società debitamente sottoscritta dal legale rappresentante e nel rispetto dell’ordine della classifica potrà concedere insindacabilmente una o più wild card, in relazione al numero degli iscritti alla gara. Verranno privilegiate le wild card a favore di atleti appartenenti alla categoria giovanile.

L’Area Agonistica Regionale, previa richiesta delle Associazioni Sportive organizzatrici, può autorizzare lo svolgimento di gare di doppio, ( doppio 4 cat. 1° liv./NC e doppio 3°/4° cat. in relazione al Torneo in svolgimento) il Sabato mattina dalle ore 10.00, a condizione che si concludano entro le ore 14.00,  con esclusione delle gare giovanili, in relazione al numero delle aree di gioco utilizzabili e al tempo a disposizione.

 

ART. 3 ISCRIZIONI

 

L’iscrizione degli atleti alle manifestazioni indicate all’art. 2 del presente regolamento, deve essere obbligatoriamente effettuata dalle rispettive società attraverso l’area extranet del sito federale www.fitet.org., accedendo con username e password propri.

Per poter formalizzare l’iscrizione, secondo le procedure informatiche federali, gli atleti devono essere tesserati almeno due giorni prima della scadenza del termine di iscrizione alle gare.

Il termine ultimo per le iscrizioni è fissato al martedì precedente (o entro il quarto giorno antecedente) l’inizio delle gare.

Gli elenchi degli iscritti saranno pubblicati sul sito web del Comitato Regionale www.fitetsicilia.it il giovedì mattina (o due giorni prima delle gare), al fine di consentire alle società interessate di verificare l’avvenuta iscrizione dei propri atleti. Nello stesso giorno, alle ore 17:00, il Giudice Arbitro designato ritirerà gli elenchi procedendo alla compilazione dei relativi tabelloni.

In occasione delle Fasi Finali dei Campionati Regionali Individuali, al fine di provvedere alla sostituzione degli atleti rinunciatari, il termine di scadenza delle iscrizioni è fissato al settimo giorno antecedente all’inizio delle gare.

La società dell’atleta che non effettua la verifica tesseramento è sanzionata con l’ammenda prevista dalla lett. D) della tabella regionale tasse 2011/2012.

 

ART. 4 QUALIFICAZIONE CAMPIONATI ITALIANI

 

Per determinare la classifica finale di qualificazione ai Campionati Italiani a tutti gli atleti presenti alle gare indicate all’art. 2, comma 1, lett. a), b) e c), è attribuito un punto di partecipazione.

Agli atleti inseriti nel tabellone principale ad eliminazione diretta sono attribuiti i seguenti ulteriori punteggi:

 

·     Campionati Provinciali

                Classificato/a    punti     6

                Classificato/a    punti     4

3°/4°            Classificato/a    punti     2

5°/8°            Classificato/a    punti     1

 

Al fine di garantire un maggiore equilibrio nella attribuzione dei punteggi tra gli atleti delle varie province, in relazione al differente numero di iscritti ai vari campionati provinciali e al differente numero di Società partecipanti, nelle Province in cui sono affiliate meno di cinque  Associazioni Sportive i punti assegnati dai campionati Provinciali vengo dimezzati, fermo restando il punto per la partecipazione. 

 

·     Tornei Regionali Predeterminati

                Classificato/a    punti   12

                Classificato/a    punti     8

3°/4°            Classificato/a    punti     6

5°/8°            Classificato/a    punti     4

9°/16°           Classificato/a    punti     2

17°/32°         Classificato/a    punti     1

 

Nel caso di girone unico tutti i piazzamenti sono validi per l’attribuzione dei suddetti punteggi.

Alla Finale Regionale sono ammessi gli atleti in posizione di classifica utile fino alla concorrenza dei seguenti posti:

 

-          Campionati di Settore Giovanile, maschili e femminili, 32 posti;

-          Campionati di Terza, Quarta Categoria, maschili e femminili, 56 posti.

In caso di parità di punti, la posizione in classifica degli atleti è determinata dal numero di punteggi utili conseguiti nei Tornei Regionali Predeterminati.

In caso di ulteriore parità, si tiene conto, nell’ordine, del conseguimento di punti nel Campionato Provinciale, e della più giovane età.

 

·     Finale Regionale

                Classificato/a    punti   24

                Classificato/a    punti   16

3°/4°            Classificato/a    punti   12

5°/8°            Classificato/a    punti     8

9°/16°           Classificato/a    punti     4

17°/32°         Classificato/a    punti     2

33°/44°         Classificato       punti     1

 

Nel caso di girone unico tutti i piazzamenti sono validi per l’attribuzione dei suddetti punteggi.

La classifica finale, come sopra determinata, attribuisce, per le gare di singolare, maschile e femminile, di quarta, terza categoria, under 21, juniores, allievi, ragazzi e giovanissimi, la qualificazione ai Campionati Italiani Individuali, nei limiti dei posti assegnati dalla C.N.G.I..

In caso di parità di punti, la posizione in classifica degli atleti è determinata dal numero di punteggi utili conseguiti nei Tornei Regionali Predeterminati.

In caso di ulteriore parità, si tiene conto, nell’ordine, del conseguimento di punti nella Finale Regionale, nel Campionato Provinciale, infine, della più giovane età.

Le Associazioni Sportive degli/lle atleti/e qualificati/e ai Campionati Italiani Individuali devono confermare l’iscrizione (o comunicare l’eventuale rinuncia) al Comitato Regionale entro il termine previsto dal calendario regionale gare.

All’iscrizione, che può essere anticipata a mezzo telefax (n° 090.2922166) o posta elettronica, deve essere allegata la ricevuta del versamento della relativa tassa sul conto corrente postale intestato al Comitato Regionale.

 

ART. 5 PERSONALE ARBITRALE

 

In tutte le manifestazioni dei Campionati Regionali Individuali il personale arbitrale è designato dal F.A.R. Sicilia, in numero non maggiore di quattro giudici di gara per Torneo.

Le Associazioni Sportive organizzatrici dei Tornei Regionali Predeterminati, per tutta la durata delle gare, devono garantire la presenza di un numero sufficiente di collaboratori, in numero di almeno 3 persone a disposizione del G.A. per la durata della manifestazione.

Gli oneri del personale arbitrale restano carico del Comitato Regionale, quello dei collaboratori a carico della Società organizzatrice.

 

 

 

ART. 6 PREMIAZIONE

 

In tutte le gare dei Campionati Regionali Individuali almeno i primi quattro atleti classificati sono premiati con una coppa.

Nelle Finali regionali ai Campioni/esse Regionali va assegnato, a cura del Comitato Regionale, oltre che l’abituale Coppa/Trofeo , anche un premio in prodotti o materiale sportivo, e apposita maglietta Fitetsicilia con la dizione Campione Regionale e lo scudetto raffigurante la Trinacria. 

Nel caso di gare di doppio, il premio, uguale, deve essere consegnato ad entrambi gli atleti, limitatamente ai primi due posti.

 

ART. 7 ADEMPIMENTI COMITATI PROVINCIALI

 

I Comitati Provinciali, entro i termini previsti dal calendario agonistico regionale, organizzano i Campionati Provinciali Individuali, determinando l’importo delle relative tasse, nei limiti della tabella regionale 2011/2012.

Dopo la loro conclusione, trasmettono al Comitato Regionale i relativi risultati con le modalità che saranno indicate dall’Area Agonistica Regionale.

Le spese del personale arbitrale designato in occasione dei Campionati Provinciali sono a carico del Comitato Regionale.

I Comitati Provinciali possono affidare l’organizzazione dei Campionati Provinciali ad Associazioni Sportive del territorio di rispettiva competenza.

 

ART. 8 DISPOSIZIONI FINALI

 

Per quanto non espressamente previsto, si applicano le disposizioni del Regolamento Federale 2011/2012 dell’attività individuale e dei relativi campionati.